Sposerò Nichi Vendola alla 67esima Mostra del Cinema di Venezia

Sposerò Nichi Vendola, cortometraggio di Andrea Costantino, in concorso nella sezione "Controcampo italiano" alla 67esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia.

Sarà un caso, ma il potenziale candidato alle primarie del Pd Nichi Vendola, oggi governatore della Puglia, avrà un suo spazio al Lido. Al Festival di Venezia (1-11 settembre) ci sarà infatti un corto del regista barese, in concorso nella sezione Controcampo italiano.

Il film, prodotto dalla A.C. Produzione Video, ha come protagonisti Anita Zagaria e i pugliesi Paolo De Vita, Teodosio Barresi e Giustina Buonomo. La sceneggiatura sembra nascere da tre domande e dal tentativo di rispondere ad esse: Dove si fa la politica? in casa o in piazza? e chi porta davvero i pantaloni? la storia è ambientata nella Bari di oggi e, attraverso le relazioni tra i protagonisti, ripercorre i fatti della storia d'Italia dal ventennio fascista al VaffaDay di Beppe Grillo, dalla propaganda di piazza alla crisi economica.

Il corto della durata di 13 minuti è uno spaccato di vita familiare che mette a confronto tre generazioni e i loro conflitti. Di scena la famiglia Amoroso in piena crisi finanziaria. A rischio, in una storia vista dagli occhi femminili della famiglia, la loro stessa sopravvivenza.

E tutto questo per raccontare una realtà del Sud antica e che non sembra cambiare davvero mai. Così il grido «Sposare Nichi», la sua politica, il suo modo di vedere le cose sembra essere l'unico possibile riscatto. Il regista comunque ha più volte precisato che, nonostante l'ammirazione per Vendola, questo corto non è certo un manifesto elettorale.

Si tratta di una fotografia di ciò che nel Meridione succede ancora oggi. Solitudini, disperazioni e mancanza di sicurezza per il futuro. Con le istituzioni assenti e la politica dei partiti che non riesce a fornire risposte, soluzioni. Ecco perché chiamare in causa Vendola. "Sposare Nichi", la sua politica, le sue idee diventa, almeno nel film, l'ultima speranza di riscatto.