Sesso on line: reato di sfruttamento della prostituzione

La Terza Sezione Penale della Cassazione ha confermato l'accusa di sfruttamento della prostituzione per un gestore di un nightclub di Firenze, la sua segretaria e il responsabile della security. Le spogliarelliste del locale si esibivano on line.