Vives consiglia: "Mantenere alta la concentrazione"

Vives consiglia: "Mantenere alta la concentrazione"

Dal Giugliano al Lecce, dalla C2 alla serie B, fino all'esordio in serie A nell'agosto 2008 con la maglia giallorossa. Ne ha fatta di strada, Beppe Vives, l'ex pupillo di Zeman portato nel Salento nell'estate del 2006 dal tecnico boemo.

Il centrocampista di Afragola, vicinissimo alla conquista dalla sua seconda promozione nella massima serie con la maglia del Lecce, mantiene alta la concentrazione, in vista della sfida casalinga di sabato prossimo contro l'Albinoleffe: "Mancano solo sei gare alla fine del campionato e anche se con l'ultima vittoria di sabato in casa del Grosseto abbiamo guadagnato due punti sulle terze, dobbiamo ugualmente mantenere alta l’attenzione e la concentrazione perché nel calcio fino a quando la matematica non ci darà la certezza della promozione, non si può dare nulla per scontato".

Sabato il Lecce ospiterà la formazione di Mondonico al "Via del Mare" e Vives vuole i tre punti a tutti i costi: "Contro i bergamaschi dovremmo disputare una partita degna di un Lecce capolista e dimostrare ancora una volta la nostra maturità, anche perchè quando affronti squadre che sulla carta non hanno più nulla da chiedere, si nascondono le insidie più grandi, mentre quando giochi uno scontro diretto come quello con il Grosseto, la concentrazione e le motivazioni vengono senza nessuna difficoltà. Contro l'Albinoleffe dovremo cercare di mettere un altro mattone verso il nostro obiettivo e solo così faremo un altro passettino verso la promozione".

A cinque gare dalla fine del campionato, Bebbe Vives, prova a fare un bilancio sulla stagione del suo Lecce, ma avverte che il campionato non è ancora finito: "A mio parere siamo maturati tanto e l'abbiamo dimostrato anche contro il Grosseto perché specialmente quando sei vicino al traguardo tutto diventa più difficile e il pallone inizia a pesare di più. Quota promozione? Penso che con 72-73 si possa tagliare tranquillamente il traguardo per la serie A".

Un ultimo commento del centrocampista napoletano, è dedicato al suo futuro: "Ho ancora due anni di contratto con il Lecce e spero di continuare a giocare con la maglia giallorossa anche nella prossima stagione, o meglio- dichiara sorridendo- voglio rimanere qui".

Questa mattina, dopo il giorno di riposo concesso da Gigi De Canio alla sua squadra, la comitiva giallorossa si è ritrovata al "Colaci" di Calimera per iniziare la settimana di preparazione, in vista della prossima gara casalinga contro l'Albinoleffe.

Erano assenti Mazzotta impegnato con la Nazionale Under 20 e l'infortunato Lepore, mentre è rientrato nel Salento Alberto Giuliatto che, insieme a Guido Marilungo (bloccato da un problema al ginocchio sinistro), ha svolto allenamento differenziato.

Domani una sola deduta d'allenamento pomeridiana alle ore 15.00, sempre sul "sintetico" di Calimera.