I 9 progetti finanziati dall'Apulia Film Commission

I 9 progetti ammessi dal CDA di Apulia Film Commission

Si gireranno nei prossimi mesi in Puglia i film che la Fondazione Apulia Film Commission ammette al contributo per la prima tranche 2010 del proprio Film Fund (Fondo per le produzioni cinematografiche da realizzarsi in Puglia).

Nel corso del Consiglio di amministrazione, tenutosi il 12 aprile 2010, sono stati vagliati i 36 progetti presentati: otto lungometraggi, una serie televisiva, un cortometraggio di animazione, quattordici documentari, undici cortometraggi e un videoclip.

Di questi hanno ottenuto il contributo due lungometraggi, una serie televisiva, due cortometraggi e quattro documentari per un totale di investimento pari a 355mila euro.

I sei progetti filmici rinviati, invece, saranno valutati nella prossima sessione del Film Fund. Ma veniamo alle produzioni finanziate e sostenute dall’Apulia Film Commission, a iniziare dai due lungometraggi.

“San Nicola Orient Express” del regista Federico Rizzo, ottiene un contributo di 35mila euro per un film prodotto dalla Caro Film Srl che sarà girato per tre settimane in Puglia tra Bari, Monopoli e Cassano Murge.

A “Yalda” di Andrea Baracco (Lungo Dulcinea Srl), vanno 50mila euro e sarà girato per tre settimane tra Taranto e Foggia.

Per venti settimane, Bari, Monopoli, Conversano, Alberobello, Polignano a Mare e Mola di Bari, saranno i luoghi coinvolti per la serie televisiva “Una musica silenziosa” di Ambrogio Lo Giudice per la produzione Casanova Multimedia Spa (150mila euro).

Quattro, invece, sono i documentari finanziati: “Ipogeo” - Le miniere dell’oro liquido di Massimo Fersini (Leucasia Film Sas) 15mila euro; “Sulle orme di Pantaleone” di Gianfranco Pannone (Blue Film Srl) 15mila euro; “In viaggio con Cecilia” di Mariangela Barbanente (Ga & A Productions Srl) 20mila euro; “Pino Pascali: L’opera i luoghi” di Maurizio Sciarra (Bartleby Film Srl) 30mila euro.

Infine, i cortometraggi “Articolo uno (palazzina lager)” di Daniele Cascella (Diva Srl) e “L’asino che vola” di Antonio Rezza e Flavia Mastrella (Bunker Lab Srl), ottengono un finanziamento di 20mila euro.

Come da regolamento, la valutazione consultiva della qualità artistica e della congruità produttiva è stata affidata a due critici cinematografici pugliesi: Giancarlo Visitilli e Guglielmo Siniscalchi.

La Fondazione Apulia Film Commission comunica, inoltre, che il termine di scadenza della nuova tranche è fissata al 31 maggio 2010.