Lecce Brescia 2-2. Le pagelle

Lecce Brescia 2-2. Le pagelle

LECCE (4-3-1-2)

Rosati 5.5: Smanaccia un cross dalla distanza, ma cade, lascia la porta vuota e Taddei non lo perdona. Nulla può sul gol d'autore di Possanzini che va a finire nell'angolino più lontano.

Angelo 6.5: Quasi perfetto. Oltre ad essere attento dietro, sfiora anche il gol in due occasioni e il suo piede sforna cross a ripetizione per Marilungo e compagni.

Ferrario 6: Senza fronzoli. Quasi sempre preciso negli interventi, tackle puliti e molta sostanza. Di testa è quasi insuperabile e se qualche volta va in affanno, ci mette quasi sempre una pezza. Sul finire chiede il cambio ed esce dal campo "stravolto".

Fabiano 6: Sparagnino. Ci mette la sua esperienza e in qualche occasione prova a farsi vedere dalle parti di Arcari. E' in ritardo su Possanzini in occasione del 2-2.

Mesbah 6.5: E chi lo ferma? Uno dei migliori tra i suoi. Semina panico sulla fascia sinistra e gli azzurri non sempre riescono a contenerlo. La sua velocità mette spesso in difficoltà la difesa lombarda e lo fa fino al fino al fischio finale.

Munari 6: Sbarazzino. Parte alla grande: fa il classico lavoro sporco e vince tanti contrasti a centrocampo. Nella ripresa si vede con minore continuità, ma la sua carica agonistica è sempre determinante in mezzo al campo.

Vives 6: Concreto. Il solito lavoro oscuro, compiuto alla perfezione per i primi 25'. Cala nel secondo tempo, ma sono molti i palloni recuperati e tante buone idee in fase di costruzione.

Giacomazzi 6: Volenteroso. Lottatore di centrocampo, interrompe sul nascere le azioni avversarie e riparte palla al piede. Ci prova anche di testa, ma Arcari c'è. Meno reattivo nella ripresa.

Di Michele 6: Razionale. Da angolo pennella un cross perfetto per la testa di Marilungo che supera Arcari. Per il resto qualche buon movimento, ma poche opportunità per segnare. Oggi non brilla, ma nemmeno sfigura.

Marilungo 6.5: Intraprendente. Supera la marcatura di Zambelli e insacca di testa per il suo dodicesimo gol stagionale. Sul 2-0 ha l'occasione d'oro per chiudere la partita, ma spara sul portiere lombardo. E' l'ultimo ad arrendersi, corre per 90 minuti ininterrottamente ed esce dal campo sfinito.

Corvia 6: Opportunista. Inizialmente da fastidio ai difensori avversari, ma si spegne rapidamente. Pur non giocando una grande partita fa sentire la sua ingombrante presenza dalle parti di Arcari e quando si ritrova la palla sul piede regalatagli da Berardi, insacca con un raso-terra angolato l'estremo difensore azzurro.

Defendi (30' st) 6: Compitino. Chiamato in causa a gara iniziata, entra subito nel clima partita. Ci prova dalla distanza, ma la mira non è da registrare.

Bertolacci (35' st) s.v.

Terranova (39' st) s.v.

De Canio 6: Dopo una partenza "sprint" il suo Lecce si fa recuperare due gol, ma c'è da dire che il Brescia non è un avversario qualunque. Un punto in più in classifica e il primo posto è ben saldo.

BRESCIA (3-4-2-1)

Arcari 7; Martinez 6, Mareco 6, Berardi 6; Zambelli 6 (26'st Rispoli 6), Saumel 6, Budel 6.5, Dallamano 6; Baiocco 6 (40'st Manzoni sv), Taddei 6.5 (8'st Kozak 6); Possanzini 7. In panchina: Viotti, Vass, De Maio, Lopez. Allenatore: Iachini 6.5.

ARBITRO: Russo di Nola 6

RETI: 2'pt Marilungo, 8'pt Corvia, 31'pt Taddei, 42'pt Possanzini.