De Gasperi-Bellazzini condannano il Gallipoli

De Gasperi-Bellazzini condannano il Gallipoli

Un pareggio beffa ed è ancora penultimo posto. Dopo un avvio super del Gallipoli con un gol di Di Carmine su assist di Scaglia al 2' del primo tempo che porta gli uomini di Ezio Rossi sull'1-0, i giallorossi nel recupero perdono tre punti d'oro in chiave salvezza.

La formazione di Foscarini pareggia al 91' con il neo-entrato De Gasperi che di testa mette dentro la rete dell'1-1 su calcio d'angolo di Dalla Bona, tre minuti dopo Bellazzini, dopo una parata di Koprivec su De Gasperi, segna il gol vittoria che regala i tre punti alla sua squadra.

Per gli ionici, scesi in campo con una formazione "rivoluzionata" senza i soliti Grandoni, Pederzoli, Mancini e Artistico, l'odierna sconfitta rappresenta il quarto k.o. consecutivo, arrivato dopo una partita in cui Mounard e compagni hanno gestito nel migliore dei modi il vantaggio con una prestazione attenta e, a tratti, spregiudicata.

Per il Cittadella è il decimo risultato positivo che si traduce nella sorridente corsa verso i playoff.

A fine gara, Ezio Rossi, è visibilmente amareggiato per la sconfitta subita in extremis dalla sua squadra: "I miei ragazzi devono essere arrabbiati, ma non delusi per questa inaspettata sconfitta. Purtroppo non siamo riusciti a gestire e a difendere il risultato e negli ultimi minuti è arrivata la sconfitta. Negli ultimi dieci minuti abbiamo sofferto troppo, ci siamo abbassati troppo a ridosso della nostra porta ed il Cittadella ne ha prontamente approfittato".

Il tecnico torinese aggiunge: "A fine gara sono andato a parlare con l'arbitro perchè non mi sono piaciute alcune sue decisioni, è vero siamo penultimi in classifica, ma meritiamo rispetto".