Il Lecce imbriglia il Toro e assapora la A

Il Lecce imbriglia il Toro e assapora la A

Missione compiuta. Ed è stato tutto più facile del previsto. Il Lecce batte il Toro 2-1, va a +7 in classifica e sente profumo di serie A.

La partita la sblocca all'11, David Di Michele, l'ex di turno con il dente "avvelenato" che mette a segno il gol dell'1-0, grazie ad un fortunoso rimpallo in area di Barusso.

Dopo la rete del vantaggio è sempre il Lecce a tenere le redini del gioco e a rendersi pericoloso sotto porta, ma la capolista non sfrutta a dovere le ghiotte occasioni per agguantare il raddoppio.

Al 37' ci pensa Corvia ad allungare il vantaggio sui granta: si procura un rigore per un leggero contatto in area con Rubin e il capocannoniere giallorosso non sbaglia dagli undici metri spiazzando Sereni.

Sul finire del primo tempo gli ospiti si svegliano con Barusso e Loria, ma Rosati non si fa trovare impreparato. Al 46' Morganti assegna un penalty dubbio al Toro per fallo in area di Gasbarroni e il capocannoniere della serie cadetta supera Rosati. Il primo tempo si chiude sul 2-1 per gli uomini De Canio.

Nella ripresa ci si aspetta un Toro agguerrito, ma sono ancora i giallorossi a rendersi pericolosi, prima con una girata in area di Di Michele, poco dopo con Marilungo e a distanza di pochi minuti con Baclet che spara addosso a Sereni.

Sul finire la formazione di Colantuono cerca il colpaccio: ci prova con Bianchi al 39' e con il neo-entrato Pià al 41', ma nessuno dei due inquadra lo specchio della porta.

A fine gara, il protagonista indiscusso del match, David Di Michele, è raggiante per la vittoria del Lecce sul Toro:"'Non posso che essere soddisfatto della mia prestazione personale e di quella dell'intera squadra. Abbiamo ottenuto una vittoria importante, fortemente voluta dopo l'indigesto pareggio di Empoli. Oggi non avevo sassolini da togliermi dalle scarpe perchè l'avevo già fatto in settimana, ma il gusto per il successo di oggi c'è e deriva soprattutto dal fatto che, in campo, ho svolto bene il mio compito.

L'ex capitano dei granata analizza la sua prestazione: "Il mio dovere è quello di giocare, divertirmi, far gol e mandare in gol i miei compagni: ci sono riuscito e questo rende tutti noi particolarmente contenti. Abbiamo disputato una grande partita, sfruttando nel modo migliore gli spazi nella metà campo avversaria e mettendo in difficoltà la loro retroguardia grazie alla nostra velocità".

Un ultimo commento è dedicato ai tifosi giallorossi: "Gli applausi del "Via del Mare" al momento della mia sostituzione mi riempiono di felicità e mi fanno capire che ho offerto una buona prestazione, condita da un gol dopo il quale ho anche esultato".

Anche Daniele Corvia è soddisfatto per la vittoria dei suoi: "Sono contento soprattutto perchè abbiamo trovato tre punti importanti e a parte la soddisfazione personale, sono felice per la grande prestazione del Lecce. Siamo stati bravi a gestire nel modo giusto la partita e siamo stati protagonisti di un bell'avvio di gara ma, in generale, abbiamo disputato un ottimo primo tempo. Nella ripresa abbiamo -continua il capocannoniere giallorosso- fatto altrettanto, costringendo il Torino a rendersi pericoloso solo sugli sviluppi di qualche calcio piazzato. Oggi, quindi, abbiamo offerto un'ottima prova".