Lecce, che peccato: l'Empoli pareggia in rimonta

Lecce, che peccato: l'Empoli pareggia in rimonta

Da non crederci. Il Lecce si porta sul 2-0 in casa dell'imbattuto Empoli, ma si fa rimontare e i toscani "agguantano" in extremis un ormai insperato pareggio.

La capolista ha dominato per i primi 30' in casa degli azzurri e si è portata in vantaggio all'8' con il brasiliano Angelo (terzo gol stagionale) che non sbaglia davanti a Basso, dopo un'ottima giocata in contropiede e un'invitante assist di Di Michele.

Al 18' l'ex di turno, Daniele Corvia, raddoppia grazie ad un cross dalla sinistra del baby Bertolacci che entra in area e serve al capocannoniere giallorosso un assist d'oro per la rete del 2-0 e per il suo 12 centro stagionale.

I padroni di casa provano a reagire, ma dietro sono sempre un po' sbadati ed Eder e Coralli sono lenti e macchinosi. Gli uomini di Campilongo passano in vantaggio solo grazie ad un penalty: Rosati mette giù in area di rigore Eder (ma il brasiliano "cerca" il contatto) e l'attaccante empolese non sbaglia dagli undici metri.

Gli azzurri chiedono insistentemente l'espulsione dell'estremo difensore giallorosso, ma per il fischietto di Schio, c'è solo il giallo.

Ad inizio del secondo tempo il Lecce non brilla, ma controlla bene il risultato e corre pochi rischi, ma sul finire arriva la beffa.

All'86' i giallorossi si fanno sfuggire una vittoria d'oro al "Castellani" (che sarebbe stata la prima della storia): Fabbrini parte da sinistra, Coralli fa da sponda e Eder da fuori area trova l'angolino più lontano, dove Rosati non può arrivare.

Finisce 2-2: il Lecce mantiene ben saldo il primato, ma perde l'occasione di portare a otto punti il vantaggio sulla terza in classifica e il distacco dal Toro si riduce invece a sei punti.

Sabato ci sarà Lecce-Torino, alle ore 15.30, al Via del Mare.