Munari-Di Michele e il Lecce allunga

Munari-Di Michele e il Lecce allunga

Munari insacca di testa, Cozza sorprende Rosati dalla bandierina e Di Michele non sbaglia sotto porta. Può essere riassunta così, la sfida testa-coda tra Lecce e Salernitana, virtualmente retrocessa.

A giudicare dai valori in campo non sembra proprio così, però, perchè i campani non sfigurano affatto davanti alla capolista. I padroni di casa sono più propositivi degli ospiti e mettono in difficoltà i salentini per quasi un tempo, ma poi si perdono e alla fine emerge la sapienza tattica e la spregiudicatezza del Lecce.

All'8 Dionisi apre la serata "sprecona" dei suoi centrando il palo, ma è fondamentale la deviazione di Rosati.

Al 10' alla prima occasione utile il Lecce passa in vantaggio con un colpo di testa di Munari, su assist perfetto dalla destra del brasiliano Angelo.

Poco dopo al 12' la Salernitana si porta sull'1-1 con Cozza che segna direttamente dalla bandierina. Al 27' Angelo sbaglia una ghiotta occasione da rete e conclude altissimo, ancora peggio fa Marilungo al 34' su un invitante assist di Di Michele.

Idem poco dopo per Dionisi, mentre al 36' Cozza va vicino al raddoppio, prima di lasciare il campo per infortunio.

Il tempo termina col palo, a porta vuota, preso in pieno da Merino su assist di Kyriazis.

Ad inizio del secondo tempo dopo un retropassaggio di Fusco, Di Michele non sbaglia e porta il Lecce sul definitivo 1-2.

Il Lecce termina la partita in superiorità numerica per l'espulsione di Dionisi al 16' per proteste, ma nulla cambia e i giallorossi si limitano a gestire il risultato, ormai acquisito.