D’Odorico: "Chiedo rispetto nelle designazioni arbitrali"

D’Odorico: "Chiedo rispetto nelle designazioni arbitrali"

In attesa dell'arrivo del Brescia al Via Del Mare il patron Daniele D'Odorico scende in campo per dire la sua in fatto di arbitri: "Senza alcun atteggiamento di vittimismo, alla luce delle ultime direzioni arbitrali che abbiano subito da qualche sabato a questa parte, chiediamo al Designatore Arbitrale di nominare un direttore di gara in forma smagliante per la partita con il Brescia che, per noi, ancora una volta, diventa una sfida determinante per la salvezza come tutte quelle che si susseguiranno da qui alla fine del campionato. Non mi sento di dire nulla di particolarmente grave affermando di essere stati assolutamente danneggiati dalle direzioni arbitrali assegnateci negli ultimi incontri, dove, al di là dei nostri demeriti, che non voglio assolutamente minimizzare, abbiamo subito una serie di torti a tutti evidenti".

Il presidente friulano fa una richiesta chiara: "Cartellini gialli e rossi comminanti con facilità più unica che rara, assegnazione di punizioni e calci di rigore che, a partire dalla sfida interna con il Grosseto, per arrivare a quella esterna di Empoli ci sono parsi non solo generosi, ma, assolutamente, inesistenti. Pretendere come fanno tutti, non sentendoci nella maniera più assoluta agnelli sacrificali, di essere rispettati e di avere in designazione arbitri preparati, in forma e non condizionati, ci sembra del tutto doveroso. Siamo certi che il Sig. Collina, persona attenta e capace, saprà scegliere il direttore di gara giusto al posto giusto".

Infine D'Odorico manda l'ennesimo messaggio d'amore a Giuseppe Giannini: "Riguardo alle altre polemiche circa panchine che scottano o freddano, essendo il sottoscritto l’unico responsabile, mi sento quanto mai sereno nel poter smontare ogni caso inventato o calato di sana pianta, poiché, fino a prova contraria, nessuno tranne il sottoscritto e la sua famiglia possono prendere una decisione così importante.
Giuseppe Giannini è talmente saldo sulla panchina che io stesso gli ho proposto un rinnovo biennale del contratto ed ho con lui già discusso di alcune scelte per la prosecuzione del nostro rapporto. L'ho detto in tempi in cui andava tutto bene, lo confermo adesso in cui la classifica comincia a preoccuparci".