Munari salva il Lecce

Munari salva il Lecce

A piccoli passi verso la A. Doppio colpa di testa di Munari e il Lecce si porta a casa il quarto pareggio di fila. Quattro punti in quattro partite che stanno a significare ancora una volta la vetta della classifica e il nono risultato utile consecutivo, a favore degli uomini di Gigi De Canio.

Il Lecce capolista soffre al "Martelli" di Mantova ed agguanta il pareggio solo dopo che i lombardi sono rimasti in inferiorita’ numerica per il rosso diretto al difensore mantovano Gervasoni.

I giallorossi passano per due volte in svantaggio, ma Munari si supera e con una doppietta rimette le "cose" apposto.

Parte forte il Mantova e si rende pericoloso già al 2' con Nicco che, però, non riesce a coordinarsi al meglio, pur essendo solo davanti a Rosati.

La partita si addormenta fino al gol dell'1-0 dei biancorossi con Salviato che al 22' è bravo a ribattere in rete una respinta non irresistibile dell'estremo difensore del Lecce.

Gli uomini di De Canio non ci stanno, trovano la forza di reagire ed al 27' reclamano un rigore per un fallo di Handanovic in uscita su Corvia, ma l'arbitro fischia solo un fallo di mano ai danni dell'attaccante romano.

Al 32' la capolista si porta sull'1-1 con Munari che di testa supera Handanovic, rimasto "colpevolmente" immobile tra i pali.

Nel secondo tempo il Mantova è più determinato del Lecce a dare una svolta alla gara con il solito Pellicori, ma Rosati è abile a respingere con i piedi la deviazione al volo della punta virgiliana.

All’8' l'ex Queens Park Rangers insacca di testa Rosati e porta i suoi sul momentaneo 2-1 su un invitante assist di Locatelli.

Al 28' rosso diretto per Gervasoni che entra duro su Marilungo e Bergonzi lo manda in anticipo negli spogliatoi.

Al 38' il centrocampista di Sassuolo si ripete, ancora di testa, e ragala un pareggio prezioso al suo Lecce.

A fine partita, Gigi De Canio, commenta così il 2-2 finale: "Sia il Lecce che il Mantova hanno giocato con con grande determinazione, tentando di risolvere la partita a proprio favore. Questo atteggiamento tattico ha dato vita ad una partita molto combattuta, tra due squadre che non si sono risparmiate e hanno fatto il possibile per superarsi a vicenda. Tutto sommato, il pareggio finale rappresenta il risultato più giusto".

Il tecnico di Matera continua: " C'è da dire che il Mantova si è rivelato quella squadra che mi aspettavo e che, fin dall'inizio del campionato, mi è sempre piaciuta: dispone di giocatori di valore, è aggressiva e sa giocare un buon calcio. E' strano ritrovarla in questa posizione di classifica. Per quel che riguarda la mia squadra- continua l'allenatore del Lecce- ritengo stia attraversando un buon momento sotto il profilo fisico ma, dal punto di vista mentale, registra a tratti qualche passaggio a vuoto"