Iodice: "Gallipoli-Padova all'insegna del fair play"

Iodice: "Gallipoli-Padova all'insegna del fair play"

"Una partita di calcio è soltanto una partita di calcio e va preparata, pertanto, con una giusta dose di carica agonistica": sono queste le parole del direttore generale del Gallipoli Calcio, Giuseppe Iodice, in attesa dell'arrivo del Padova al Via del Mare.

Gallipoli-Padova deve essere interpretata come una semplice partita di campionato della serie cadetta e non bisogna andare oltre la semplice competizione sportiva: "Gli eccessi interpretativi di talune dichiarazioni, secondo le quali se il Padova non dovesse venire a vincere a Lecce contro il Gallipoli verrebbe ritirata la squadra e sarebbero portati i libri contabili in Tribunale per dichiarare il fallimento, ci appaiono a dire il vero un po' esagerati, proprio perché conosciamo l’autorevole fonte dalla quale provengono. Riteniamo che sarebbe il caso di abbassare i toni per evitare che la sfida in campo possa trasformarsi in qualcos'altro di cui poi noi dirigenti avremmo per primi la responsabilità".

Secondo Pino Iodice "non è questo il momento per il calcio italiano di lasciarsi andare a dichiarazioni esagerate che fuoriescono dal clima sportivo. Ha perciò ragione il nostro Mister Giuseppe Giannini quando invita alla calma ed alla saggezza poiché si correrebbe il rischio anche di andare incontro a preventive interpretazioni delle scelte arbitrali, cosa che in questa fase sarebbe uno spot al contrario alla regolarità del campionato".

Il d. g. giallorosso si augura "che sabato Gallipoli e Padova si scontreranno al "Via del Mare" all’insegna del fair play e della sportività e tutti i calciatori si stringeranno la mano in occasione del cosiddetto terzo tempo alla fine della partita. Una partita che non sarà facile per il Gallipoli e, visto il gioco da noi espresso per quasi tutto il campionato, nemmeno per il Padova".