Maltempo. Pdl: la giunta Vendola dimentica di approvare delibera di emergenza

«La giunta regionale pugliese guidata da Nichi Vendola ha dimenticato di approvare la delibera con la quale doveva essere chiesto il riconoscimento dello stato di emergenza in seguito alle recenti alluvioni che hanno interessato il territorio».

Lo denuncia in una nota il capogruppo del Pdl alla Regione Puglia, Rocco Palese, dopo lo scambio di dichiarazioni avvenuto ieri tra l'assessore regionale pugliese alla Protezione civile, Fabiano Amati, che accusava il Consiglio dei ministri di aver escluso la Puglia dall'elenco delle regioni che riceveranno somme di denaro per i danni subiti dal maltempo e il Dipartimento della Protezione civile che affermava di non aver mai ricevuto richiesta dello stato di emergenza da parte della Puglia, circostanza, questa, smentita da Amati.

«Capiamo l'imbarazzo dell'assessore Amati: come farà- scrive oggi Palese - a spiegare ai Comuni e ai cittadini pugliesi che da noi non arriveranno le provvidenze stanziate dal Consiglio dei ministri per le regioni colpite dal maltempo, solo perchè la giunta regionale si è dimenticata di approvare apposita delibera e di inviarla alla Protezione Civile Nazionale?».

«Questa è la verità; non c'è nessun mistero nè alcun pasticcio. Semplicemente ad oggi - sostiene Palese - non risulta approvata dalla la Giunta Vendola nessuna delibera di riconoscimento dello stato di emergenza; non è stata quindi seguita la procedura prevista per richiedere al Governo il riconoscimento dello stato di emergenza e, quindi, gli appositi finanziamenti».

«Anche per questo nei giorni scorsi - precisa Palese - avevamo chiesto all'esecutivo di deliberare lo stato di emergenza, proprio perchè la delibera potesse essere inviata a Roma per i successivi adempimenti. La procedura che le Regioni seguono da decenni è questa; se poi la Puglia ha inteso chiedere aiuto alla Protezione Civile per vie diverse, questo come è logico che sia, non è colpa nè della Protezione Civile nè del Governo».