Rapina a Salice salentino. Il proprietario del bar in ostaggio e minacciato con pistola

Malfattore con passamontagna e armato di pistola

Momenti di terrore all'alba a Salice Salentino, nel leccese per il proprietario del bar Zeromania, Cosimo Caputo di 41 anni, preso in ostaggio da due malfattori: questi, dopo aver fatto irruzione nel locale con i volti coperti con passamontagna e armati con pistole, l'hanno immobilizzato, legandolo a una sedia con nastro adesivo e minacciandolo di morte.

I rapinatori sono poi fuggiti portando via i soldi della cassa e di due videogiochi. A dare l'allarme era stato lo stesso commerciante che ha azionato un pulsante di chiamata collegato alla centrale operativa di un istituto di vigilanza privata. All'uomo, soccorso, il personale sanitario del 118 ha riscontrato un forte stato choc. Sull'accaduto indagano i carabinieri. Ancora da quantificare l'ammontare del bottino.