Scoperta azienda fantasma nel sud salento: fatture false per due milioni di euro

In questi ultimi giorni, le Fiamme Gialle hanno concluso una verifica fiscale nei confronti di una società del sud Salento operante nel settore dell’edilizia che dal 2000 al 2007, oltre a non aver mai presentato le dichiarazioni dei redditi, ha emesso una rilevante quantità di fatture false nei confronti di altre imprese operanti nel medesimo settore.

I Finanzieri, a conclusione di una complessa attività info-investigativa, hanno individuato e verificato l’azienda “fantasma” che è risultata essere una vera e propria società “cartiera”: priva di sede, di mezzi, di attrezzatura e di qualsivoglia capacità operativa. L’unica attività che riusciva a svolgere a pieno ritmo era quella di emettere fatture per prestazioni di fatto mai avvenute, arrivando così a sottrarre alle casse del Fisco circa 350 mila euro di IVA su un imponibile fittizio di quasi 2 milioni di euro.

Attraverso ulteriori approfondimenti, i Militari della Tenenza di Casarano sono riusciti a risalire alle aziende destinatarie delle false fatture che hanno beneficiato di un considerevole vantaggio economico sulla base di costi mai, di fatto, sostenuti, per il consistente importo di quasi 2 milioni di euro.

I quattro imprenditori coinvolti nella frode fiscale, insieme al soggetto che ha emesso le fatture false, sono stati tutti denunciati alla Procura della Repubblica di Lecce.

Nei confronti del legale rappresentante titolare dell’impresa cartiera è stata avanzata richiesta alla Direzione Regionale delle Entrate di Bari per l’adozione delle Misure Cautelari dei beni di proprietà, a garanzia del credito erariale.