Usura. Beni per otto milioni di euro sequestrati dalla Dia di Lecce

Beni immobili, una società finanziaria, tre aziende immobiliari, 19 immobili e 37 terreni, per un valore complessivo di circa 8 milioni di euro, riconducibili al presidente e amministratore delegato di un istituto finanziario di Aradeo (Lecce), Santo Paglialunga, di 62 anni di Aradeo, sono stati stamani sequestrati dalla Dia (Direzione Investigativa Antimafia) di Lecce.

Paglialunga, avrebbe accumulato l'ingente patrimonio immobiliare, sparso nel basso Salento, con prestiti usurai che avrebbe concesso a piccoli imprenditori in gravissime difficoltà economiche ad un tasso di interesse annuo del 60 per cento circa.

Il provvedimento è stato emesso dalla prima sezione penale del Tribunale di Lecce, sulla base di una proposta d'iniziativa del direttore della Dia, generale dei carabinieri Antonio Girone a seguito di indagini economico-patrimoniali che hanno evidenziato - secondo gli investigatori - la netta sproporzione tra le capacità reddituali dichiarate da Paglialunga e l'ingente valore dei beni che risultano di fatto nella disponibilità dello stesso.