Palermo Lecce 2-2. Le pagelle

pagelle

(Carmen Tommasi)
Lecce (4-3-3)

Rosati 6.5:
D'intuito. Compie due interventi salvifici su Pinilla e Nocerino, ma non gli si può chiedere il miracolo sul gol della stessa punta cilena. Poteva fare qualcosina in più sulla conclusione di Pastore dalla cui respinta nasce la rete del 2-2 di Maccarone. Tiene, però, a galla i suoi fino al fischio finale.

Rispoli 6.5: Sfrontato. Buona la prima: reattivo sia in difesa che quando si spinge sul fondo. Ci mette lo zampino in occasione della rete del vantaggio giallorosso con il traversone per l'assist di testa di Piatti e per la conclusione vincente di capitan Giacomazzi.

Gustavo 6: Senza fronzoli. Prova a mettere il guinzaglio a Pinilla che non è di certo un cliente facile, a volte lo perde di vista, ma in altre occasioni lo tiene a bada come meglio può.

Fabiano 6:
D'esperienza. Sostituisce a sorpresa l'acciaccato Ferrario e lo fa in maniera dignitosa. Patisce la fisicità di Pinilla, ma non si rende protagonista di sbavature plateali.

Mesbah 6.5: Scrupoloso. Attento sia in fase di copertura che in fase offensiva: con le sue volate sulla fascia sinistra mette spesso e volentieri in apprensione la retroguardia siciliana. Quando Rispoli spinge, lui rimanere sulla linea difensiva per non sblinaciare troppo i suoi.

Grossmuller 6.5: Concreto. Mette ordine in mezzo al campo sia in fase difensiva che di ripartenza: si fa trovare sempre pronto a coprire gli spazi lasciati da Rispoli, quando sale sulla destra.

Giacomazzi 5.5: Ingenuo. La sua prestazione generosa, attenta e concreta, impreziosita da un gran gol che porta in vantaggio i suoi al 7’ pt, viene offuscata da un'inutile espulsione all'81.

Piatti 6.5: La classe non è acqua. Elegante nei movimenti, bravo a saltare l'uomo e concreto quando serve. Regala l'assist di testa a Giacomazzi per il gol dell'1-0.

Olivera 6:
Volenteroso. E' suo l'assist per Corvia per la rete del momentaneo 0-2. Sfiora il 3-0 con una punizione a giro che termina non lontana dall'incrocio dei pali. Non è ancora al top, ma è in crescita rispetto alle precedenti uscite.

Corvia 7: Rapace. E' tornato. Prima rete stagionale per lui da vero felino d'area di rigore. Per il resto lotta molto davanti e fa lavoro sporco per la squadra.

Jeda 5.5: Fumoso. L'impegno c'è, ma è poco concreto e non riesce mai a pungere dalle parti di Sirigu. Corre sulla fascia, ma non prova quasi mai a sorprendere l'estremo difensore siciliano.

Sini (65' st) 5.5: Timido. Viene buttato nella mischia a partita in corso e rimane fuori dalle dinamiche del gioco, ma fa quello che può.

Munari (69' st) 6: Senza fronzoli. Si sacrifica per i suoi: aiuta in fase difensiva e fa ripartire le geometrie giallorosse. E' sempre prezioso per questo Lecce, ma non è una novità.

Coppola (83' st) s.v.: De Canio lo fa entrare dopo l'espulsione di Giacomazzi, ma può fare poco per far vedere il suo valore. Da l'impressione, però, di poter essere importante per la formazione giallorossa.

Palermo (4-3-2-1)

Sirigu 6, Cassani 6.5, Munoz 6.5, Bovo 6, Balzaretti 6, Migliaccio 6, Liverani 5.5 (55' Bacinovic 6), Nocerino 5.5 (63' Hernandez 6.5), Pastore 7, Ilicic 6.5, Pinilla 7 (75' Maccarone 7). All. Rossi.

Marcatori: 8' Giacomazzi , 46' Corvia , 53' Pinilla , 92' Maccarone

Arbitro: Bergonzi di Genova.

Ammoniti: Cassani, Migliaccio, Fabiano, Giacomazzi, Mesbah, Corvia, Jeda .

Espulsioni:
Giacomazzi all' 81'.