Lampo di Bogdani e il Lecce va in letargo

Lampo di Bogdani e il Lecce va in letargo

(Carmen Tommasi)- Al Cesena è bastato un guizzo di Bogdani per conquistare i tre punti, per sconfiggere il Lecce e per portarsi in testa alla classifica.

Fa discutere l'espulsione di Colucci al 37’ del primo tempo, scambiato per Nagatomo dall'arbitro Rocchi, ma i padroni di casa vincono lo stesso anche in inferiorità numerica.

Il Lecce parte, ma si rende protagonista di un'unica distrazione difensiva in avvio: Schelotto imbuca proprio per Bogdani, dribbling ai danni di Rosati e destro a porta vuota sventato sulla linea da Ferrario.

Da quel momentio in poi, i giallorossi imbrigliano alla perfezione il Cesena, non concedendo spazi e ripartendo con ordine.

La squadra allenata da Ficcadenti soffre nel primo tempo, va in inferiorità numerica a causa di un errore di Rocchi, ma nella ripresa si rende protagonista un'interpretazione perfetta della gara.

A fine partita, il match-winner della giornata, Erjon Bogdani, rimane con i piedi per terra: "Non importa il primo posto, sapevamo di affrontare una partita difficile oggi. Dobbiamo fare punti per salvarci, il campionato è lunghissimo ed è fondamentale continuare a giocare così, sfruttando ogni occasione. Dedico la vittoria al gruppo, al mister e ai tifosi che ci incitano costantemente".

Quella di Gigi De Canio, a fine gara, è un'analisi lucida della partita disputata dai suoi: "L'espulsione di Colucci ha per certi versi favorito il Cesena, mettendo la partita sui binari che volevano loro. Ci hanno colpito in contropiede utilizzando la loro grande velocità. Diventare come i bianconeri è il nostro obiettivo: dobbiamo affinare i nostri meccanismi tattici e iniziare a conoscerci meglio, avendo cambiato molto in estate".

Il tecnico del Cesena, Massimo Ficcadenti, si complimenta con il suo Cesena: "E' un primato che arriva dopo una partita quasi perfetta della squadra, il Lecce è partito forte ma non ci siamo demoralizzati e la gara è rimasta aperta. Il rosso di Colucci? E' stato ingiusto, l'arbitro ci ha confermato che l'espulsione è nata dalla doppia ammonizione e dal fallo. Giaccherini? Può entrare nel giro della Nazionale, sta facendo benissimo e non abbiamo ancora visto tutte le sue doti".