Grossmuller: "Voglia di gol? Se il Lecce vince, ci rinuncio volentieri"

Grossmuller: "Voglia di gol? Se il Lecce vince, ci rinuncio volentieri"

(Carmen Tommasi)- Aspetta con entusiasmo l'arrivo della sua famiglia nel Salento e si gode i complimenti per la prestazione da protagonista di domenica scorsa contro la Fiorentina.

Il centrocampista uruguaiano Carlos Javier Grossmuller, classe '83, oltre ad aver trovato la collazione ideale nel centrocampo giallorosso, sembra essersi già ambientato a Lecce e questo anche grazie all'aiuto dei tre suoi connazionali Olivera, Chevanton e capitan Giacomazzi.

Come si trova nella sua nuova squadra?
"Con i miei compagni mi trovo davvero bene, mi sento a mio agio e questo con tutto il gruppo, ma naturalmente ancora di più con i miei connazionali Giacomazzi, Olivera e Chevanton che mi stanno aiutando ad ambientarmi. E in più, ho stretto un bel rapporto anche con Beppe (Vives, ndr) con cui sto facendo amicizia".

E cosa ne pensa, invece, di Lecce come città?
"E' una bella città, sono stato al centro storico, al mare e nei ristoranti argentini dove mi trovo bene con la lingua. Mi sto ambientando qui nel Salento, ma andrà sempre meglio, quando tra una decina di giorni, mi raggiungerà la mia famiglia con mia moglie, i miei due bambini e mia suocera".

E' soddisfatto della sua prestazione e per la vittoria del Lecce contro la Fiorentina?
“Si, sono stato accolto molto bene dal gruppo; con la Fiorentina è andata bene, ma in serie A tutti i giocatori sono di buone qualità e noi dobbiamo impegnarci per far crescere la squadra. Inoltre, sono contento del fatto che il mister in queste due prime partite mi ha fatto giocare nel mio ruolo ideale".

Ora le manca, quindi, solo il gol?
"E' vero, ma anche se non riuscirò ad andare in gol non sarà un problema, l'importante per me è che il Lecce continui a vincere, ora penso solo a questo".

Come affronterete domenica prossima la partita contro il Cesena?
"Sarà una partita difficile e se riusciamo a vincere è come se guadagnassimo sei punti, visto che anche loro come noi si giocano la salvezza. Sono una squadra forte che gioca in contropiede, il mister non ha ancora deciso come affronteremo la partita, ma noi ci impegneremo come sempre. In serie A tutte le partite sono difficili e diverse tra loro, quindi bisognerà aspettare domenica per vedere cosa succederà".