Vi-rtus : l'università del Salento è protagonista

Vi-rtus: l'università del Salento è protagonista

Età media venticinque anni. Segni particolari: spiccata propensione per formule e programmi di simulazione. Obiettivo comune: ottimizzare il comportamento di una vettura "virtuale".

Sono le tre giovani menti del VI-RTUS, il VIrtual Racing Team della Facoltà di Ingegneria dell’Università del Salento, che si è piazzato al sesto posto nella competizione internazionale Virtual Formula organizzata dalla prestigiosa azienda VI-Grade.

Alessandra Nuzzaci ed Antonio Caricato sono studenti del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica, indirizzo costruttivo; Alessandro Rucco, invece, è al primo anno del Dottorato in Ingegneria dell’Informazione. I tre ragazzi sono stati coordinati dal brillante ricercatore Giuseppe Notarstefano, che afferisce al Gruppo di Controllo, Ottimizzazione e Robotica del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell’Università del Salento.

Il VI-RTUS team si è classificato sesto (terzo team italiano) alla sua prima partecipazione alla gara, su circa settanta partecipanti provenienti da tutto il mondo (quattordici dei quali sono poi arrivati a registrare un tempo utile per essere ammessi in graduatoria).

"La competizione, di livello internazionale, è in sostanza la versione "virtuale" della ben nota Formula SAE. L'obiettivo è di ottimizzare il comportamento dinamico di una vettura virtuale (ovvero un simulatore dinamico di automobile) per ottenere il miglior tempo su un giro di pista.”, spiega Giuseppe Notarsfefano, che sottolinea: "Questi simulatori sono ormai utilizzati da tutte le case automobilistiche per la progettazione di autovetture e altri veicoli e oramai riproducono fedelmente il comportamento di una vettura reale".

"Come prima partecipazione e considerando i tempi ristretti che i ragazzi hanno avuto sono convinto che il risultato sia davvero eccellente. Ovviamente l'obiettivo per il prossimo anno è vincere la competizione".