Di Michele castiga la Fiorentina e il Lecce ritorna a sorridere

Di Michele castiga la Fiorentina e il Lecce ritorna a sorridere

(Carmen Tommasi)- Inizia con una vittoria l’esordio stagionale del Lecce al "Via del Mare". I giallorossi, dopo la batosta di San Siro, battono di misura la Fiorentina e mettono in cassaforte i primi meritati tre punti in campionato.

Gli uomini di De Canio si impongono sugli ospiti per 1-0, grazie ad una rete messa a segno da David Di Michele al 9' del primo tempo.

De Canio lascia in panchina Jeda e Chevanton e propone un 4-3-2-1 con Piatti e Di Michele a fare da sponda a Corvia, unico terminale offensivo. Mihajlovic conferma la formazione annunciata alla vigilia; Gilardino come unica punta viene supportato dal trio Cerci-D'Agostino-Marchionni.

La Fiorentina inizia bene in fase offensiva, il Lecce è attento in difesa e riparte in contropiede. Nonostante siano i viola a fare il gioco, al 9' sono i padroni di casa a portarsi in vantaggio: Montolivo non controlla la palla a due metri dalla porta, Di Michele ne approfiitta e di destro in mezza rovesciata supera un incolpevole Frey.

Il Lecce risponde, quindi, con una vittoria a Cesena e Brescia, mentre i viola tornano a casa a mani vuote, ma anche arrabbiati per un gol regolare annullato a Kroldrup nel secondo tempo.

Gigi De Canio, a fine partita, è soddisfatto della prestazione della sua squadra: "Dopo la sconfitta di due settimane fa la squadra ci teneva in maniera particolare a dimostrare che si era trattato di un episodio. Oggi ha messo in mostra quel carattere che occorre avere per poter portare a casa un risultato importante. A farci vincere la partita è stato l'atteggiamento avuto in campo dai miei ragazzi".

Il tecnico di Matera prova a spiegare qual è stata la chiave vincente della partita contro i viola: "Innanzitutto ho ricordato ai miei ragazzi che, nel calcio, non è il caso di deprimersi troppo dopo una sconfitta nè di esaltarsi dopo una vittoria. In settimana mi sono un po' arrabbiato perchè mi sembravano un po' demoralizzati e ho sottolineato il fatto che dovevamo cercare di essere più squadra. Credo che le mie parole siano servite da stimolo e sono convinto, in prospettiva, che possiamo fare riferimento allo spirito messo in campo oggi per migliorarci anche sotto il profilo psico-fisico".

Il commento del tecnico della Fiorentina, Sinisa Mihajlovic, invece è piuttosto amaro: "Abbiamo sempre comandato noi il gioco, è normale, ma abbiamo sfruttato poco quello che abbiamo creato. Bisogna lavorare su queste cose. La cosa più difficile, l’importante è trasmettere il mio carattere alla squadra, stiamo lavorando. Con il Napoli abbiamo fatto bene. Oggi abbiamo perso e c'è mancato carattere, la cattiveria giusta da provinciale. Proverò a cambiare il carattere ai giocatori".

Anche David Di Michele, autore del gol partita, dice la sua sulla prestazione del Lecce: "E' stato bello ritornare al Via del Mare dopo la gioia della promozione con una vittoria ed un mia rete. L’affetto del pubblico- continua l’ex Toro- mi stimola a far bene e mi entusiasma, ma oggi oltre alla mia prestazione personale, sono soddisfatto dell’atteggiamento della squadra. Siamo stato bravi a risollevarci dopo la pesante sconfitta di San Siro e a vincere contro una squadra del calibro della Fiorentina".

Mentre capitan Guillermo Giacomazzi elogia lo spirito del gruppo: "Oggi non era facile per noi vincere con una squadra come la Fiorentina, ma ci siamo riusciti e quindi non possiamo che esserne soddisfatti. Ora dobbiamo solo continuare su questa strada, diventare sempre più gruppo e avere in tutte le partite la giusta voglia e determinazione che una squadra che si deve salvare deve avere per tutto il campionato".