Lecce ascolta Jeda: "Dobbiamo essere battaglieri su tutti i campi"

Lecce ascolta Jeda: "Dobbiamo essere battaglieri su tutti i campi"

(Carmen Tommasi)- Sorridente, ottimista e con l’entusiasmo di chi ha ancora tanta voglia di essere protagonista. Jeda Capucho Neves, arrivato nel Salento dal Cagliari con il calciomercato estivo, ha le idee chiare su quello che si aspetta dalla sua nuova esperienza in giallorosso.

Il 31enne attaccante brasiliano si è subito ambientato all'interno della comitiva giallorossa ed è già pronto a scendere in campo domenica prossima al "Via del Mare" contro la Fiorentina.

Che idea si è fatto del Lecce come squadra, dove può arrivare questo gruppo?
"Ad essere sincero la prima cosa che guardo quando arrivo in una nuova realtà è il gruppo e devo dire che la mia fase di ambientamento e mia prima impressione è stata ottima. Mi sono trovato di fronte ad una rosa umile e con tanta voglia di fare bene. Il mio primo impatto è stato molto positivo e questo fattore è molto importante per una squadra che si deve salvare".

Qual è il livello tecnico della serie A di quest'anno?
"Rispetto allo scorso anno la qualità tecnica è aumentata, anche se rispetto al 2000, stagione in cui sono arrivato in Italia, il tasso tecnico è diminuito, ma la serie A italiana ha sempre offerto un'ottima qualità ed un alto tasso tecnico".

Che partita sarà contro la Fiorentina?
"Dobbiamo scendere in campo con lo spirito di una squadra che si vuole salvare e quindi dobbiamo correre da tutte le parti del campo con la giusta determinazione. In serie A tutte le partite sono difficili, ma bisogna tenere predente che non c'è niente di impossibile, quindi dobbiamo dare battaglia su tutti i campi e questo ci dovrà spingere a conquistare il nostro obiettivo".

Se la sente di scendere in campo già dalla prossima partita contro i viola?
"Per me non è un problema e se il Mister mi chiama in causa io non mi tiro indietro, mi manca il ritmo partita, ma non credo che ci metterò molto tempo a recuperare la forma fisica migliore".

In attacco siete in tanti, la spaventa la concorrenza?
"La concorrenza a noi giocatori fa sempre bene e poi è il Mister che deve scegliere, noi possiamo solo dare il nostro contributo ed essere più compatti possibili nel raggiungere il nostro obiettivo che è la salvezza. La concorrenza ti stimola a dare di più e noi non dobbiamo remare uno contro l'altro, ma andare tutti verso lo stesso versante per il bene del gruppo".

I giallorossi questo pomeriggio hanno effettuato una sola seduta d'allenamento a Calimera, alla quale erano presenti un folto gruppo di tifosi giallorossi che ha incoraggiato la squadra (con cori e striscioni) e contestato "pesantemente" il difensore maliano, Souleymane Diamoutene.

Il presidente Pierandrea Semeraro ha seguito l'allenamento da bordocampo.

Era assente Olivera, in permesso per la nascita del figlio, mentre hanno lavorato a parte Ofere, Giuliatto e Reginiussen.

Domani appuntamento alle 10.00, sempre al "Colaci" di Calimera.