Guastavo è pronto: "Voglio la salvezza"

Guastavo è pronto: "Voglio la salvezza"

Vuole un posto da titolare e spera di annullare il suo connazionale Pato. Guastavo Franchin Schiavolin, arrivato nel Lecce in prestito dal Desportivo Brasil, sembra essersi subito ambientato all'interno dello spogliatoio giallorosso ed è pronto a conquistarsi un posto da titolare, già a partire dalla prima partita di campionato con il Milan.

Il difensore centrale brasiliano, classe '82, ha giocato in passato in Europa con il Levski Sofia e con la Dinamo Mosca, ma l'esordio nel campionato italiano per lui è un sogno che si avvera: "Sono molto felice di questa opportunità che mi sta concedendo il Lecce - dichiarava il brasiliano il giorno della sua presentazione -. Si avvera un sogno per me e per la mia famiglia, visto che ho i bisnonni di Venezia e per questo dispongo di doppio passaporto. Sono molto felice e spero che per me possa iniziare una lunga carriera in Italia".

Che idea si è fatto del calcio italiano?

"E' un calcio molto tattico, fisico e veloce, diverso per certi aspetti da quello praticato da me fino a questo momento, ma io sono pronto a mettermi alla prova. Siamo un gruppo giovane e fresco e sono certo che mi ambienterò al più presto".

Come si sente fisicamente, è pronto per l'inizio del campionato?

A livello fisico mi sento pronto, in questo periodo abbiamo lavorato bene e tanto. Sono molto felice di questa opportunità che ho di confrontarmi di essere nella serie A italiana e per questo mi impegnerò al massimo"

La spaventa la competizione in difesa, è abituato a giocare con la linea a quattro?
"No, non mi spaventa la competizione. Con i miei compagni mi trovo bene, ma è normale che ognuno di noi dia il massimo in questo periodo per farsi notare. Posso giocare come centrale difensivo sia a destra che a sinistra; in passato ho giocato con la difesa a quattro, quindi non avrò nessun problema".

Quali sono i suoi obiettivi personali per questo campionato?
"Niente di particolare, spero solo di fare un buon campionato con la maglia del Lecce, di cercare di conquistarmi un posto da titolare e di essere utile per il bene della squadra. La città è bella e sono felice di essere qui in Italia, quindi non vedo l'ora di scendere in campo".

Nella giornata di oggi i giallorossi hanno effettuato una sola seduta pomeridiana d'allenamento al Via del Mare, in attesa dell’amichevole di lusso con il Valencia di domenica prossima. In tale occasione la società ha deciso di abolire i biglietti omaggio e qualsiasi tipo d'accesso di favore.

Sull'argomento il presidente Pier Andrea Semeraro ha dichiarato: "Questa scelta va interpretata come un sostegno diretto ai calciatori e alla squadra intera, al quale tutti i tifosi del Lecce sono chiamati. Ci tengo che al Via del Mare siano presenti i veri sostenitori dei colori giallorossi ed è per questo che stiamo procedendo su questa strada".

Il presidente continua: "Voglio ringraziare personalmente il Sindaco, Paolo Perrone, tutta l’Amministrazione Comunale e i nostri sponsor, che da subito hanno sposato l’iniziativa, sebbene in presenza di convenzioni o contratti in essere, che avrebbero dato diritto alla concessione dei tagliandi omaggio. Mi auguro che tutti i rappresentanti delle Istituzioni aderiscano a questo impulso per dimostrare il proprio attaccamento ai colori giallorossi e far vedere quanto ci tengano alla nostra squadra".

Alla seduta di oggi erano presenti il patron Giovanni Semeraro, il figlio Rico e l'amministratore delego Caludio Fenucci. Il terzino sinistro di Treviso Alberto Giuliatto ha svolto lavoro differenziato, bloccato da un affaticamento muscolare.

Domani appuntamento al Via Del Mare alle ore 17.00.