Tra successi e sconfitte la laurea breve compie 10 anni

Tra successi e sconfitte la laurea breve compie 10 anni

La laurea breve è arrivata al giro di boa dei 10 anni, tra un mix di luci e ombre che non ne compromette,però, l'esistenza.

La struttura del 3+2 va mantenuta, ha assicurato il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini, propensa ad apportare, tuttavia, qualche ritocco al sistema.

Partita in via sperimentale nel 2000-2001, ma entrata a regime nell'anno successivo; la laurea breve o triennale è stata introdotta nel sistema universitario italiano soprattutto per consentire agli studenti un più facile inserimento nel mondo del lavoro, ma anche con l'intento di abbassare l'età media dei laureati italiani, decisamente più alta rispetto a quella dei coetanei europei.

Sul fronte dell'occupazione le aspettative sono andate deluse, vista l'alta percentuale di studenti triennali che decide di proseguire gli studi dopo aver messo in tasca la laurea breve.

Tra i risultati positivi va sottolineato un maggior accesso dei giovani all'istruzione superiore.