Munari ammette: "Ci sarà da lottare per un posto da titolare"

Munari ammette: "Ci sarà da lottare per un posto da titolare"

Gianni Munari sembrava aver perso l'entusiasmo nel dover rindossare la maglia giallorossa anche nella prossima stagione, ma ci è voluto davvero poco per fargli ritornare il sorriso e l'ironia di sempre: "Alla fine dello scorso campionato si era parlato di un mio possibile trasferimento a Palermo, titolare assieme al Lecce del mio cartellino; inutile nascondere, com'è normale che sia, che l’interessamento della società siciliana mi ha fatto piacere. Ora è acqua passata, non ci penso più da tempo e sono contento di essere qui in giallorosso".

Il centrocampista di Sassuolo, classe '83, alla sua quarta stagione con la maglia del Lecce dice la sua sulla forte competizione che ci sarà a centrocampo per un posto da titolare nella prossima stagione: "In questo periodo ci sono stati dei nuovi arrivi nel reparto di centrocampo, come Grossmuller e Piatti, stando alle voci di mercato; avendo visto in azione Carlos (Grossmuller) sono sicuro che si adatterà molto velocemente al calcio italiano. Il posto da titolare non te lo assicura nessuno, è sempre così, sia in serie B, che in A; il mister può disporre di diverse soluzioni, tutti daranno il massimo e non c’è nulla di scontato".

La retrocessione di due anni fa sarà un buon espempio per essere più maturi nel campionato che verrà: "Che differenze ci sono tra questa squadra e quella di due anni fa nella massima serie? Quella forse era più navigata, questa, invece, può contare sull’entusiasmo dei giovani e dei calciatori che provengono dall’estero ed hanno la voglia di imporsi in questa nuova realtà".

Oggi è in programma, alle ore 17.30, la quarta ed ultima amichevole del ritiro precampionato a Tolmezzo contro la Triestina. L'ultimo allenamento che i giallorossi sosterranno a Tarviso è fissato per giovedì mattina.

Capitan Giacomazzi e compagni si ritroveranno, poi a Lecce domenica sera, per scendere nuovamente in campo lunedì, quando saranno impegnati in una doppia seduta al "Via del Mare".