Io Sud ed MpA: patto per il Mezzogiorno

«L’esperienza del Pdl è stata fallimentare, così come è stata sbagliata la visione di un bipartitismo in Italia, che non è in alcun modo rappresentativo delle diverse e variegate identità politiche. Ho scelto una via diversa perché non ci può essere spazio per anime così diverse e libere in un unico calderone politico».

Animata da questo pensiero Adriana Poli Bortone va avanti sulla sua strada e crea attorno a sé un patto federativo e un nuovo organigramma in provincia di Lecce. Sarà proprio la senatrice e leader di Io Sud a guidare la federazione col Movimento delle Autonomie. «Questo ci consentirà – ha spiegato – di interloquire direttamente con tutti i soggetti politici a livello nazionale. Con la federazione tra Io Sud ed Mpa nasce un forte partito del Mezzogiorno. Non ho aderito al gruppo di Fini per rispetto a tutti gli iscritti a Io Sud».

«Il nuovo percorso politico di Io Sud riparte dalla ramificazione sul territorio – ha detto Angelo Tondo, presidente provinciale – anche in vista delle prossime scadenze elettorali».

Dopo la costituzione della federazione il nucleo risulta organizzato e strutturato, ha affermato con soddisfazione la senatrice Poli Bortone, che ha delineato il quadro della situazione politica nazionale, «dove c’è una Lega sempre più arrogante, con le sue ambizioni secessioniste, e un Governo succube».

Una frecciata la senatrice la manda dritta dritta a palazzo Carafa: «Quello che è accaduto a livello nazionale è lo specchio esatto di quanto è già accaduto al comune di Lecce a livello locale. Quando rivendichi libertà vieni cacciato».