La Spagna Campione del Mondo nel segno di Iniesta

La Spagna Campione del Mondo nel segno di Iniesta

E' la Spagna la regina del Sudafrica. La vincitrice del titolo mondiale. Dall'Italia alla Spagna, dal sorriso incontenibile di gioia di Fabio Grosso all'urlo liberatorio di Andres Iniesta.

E' lui, il castigliano che gioca nel Barcellona, l'uomo che fa entrare la "Roja" nella storia. Le regala il primo titolo iridato con un gol di destro a quattro minuti dalla fine dei supplementari. E questa volta, non c'è stato bisogno di finire ai rigori.

La partita è stata chiusa a quattro minuti dalla fine dei supplementari, con un gol della stella del Barca, poi la Spagna ha resistito all'Olanda eterna delusa del Mondiale e, ottenendo il suo quinto successo di misura consecutivo in Sudafrica, ha conquistato il suo primo titolo.

Il conto è stato chiuso a quattro minuti dalla fine dei supplementari, con un gol dell'asso del Barca, poi la Spagna ha resistito alla pressione dell'Olanda e, ottenendo il suo quinto successo di misura consecutivo in Sudafrica, ha conquistato il suo primo titolo.

La festa dell'Olanda finisce alle 22.55 di domenica 11 luglio 2010. Il momento del gol di Iniesta, quello che da' la Coppa del Mondo alla Spagna e condanna il popolo in arancione ad ingoiare un'altra delusione mondiale.

Iniesta, a fine gara, non riesce a contenere la ioia per questa storica vittoria: "E' incredibile, che gioia! Anche per come abbiamo vinto. Non ci sono parole per esprimere quello che sento. Dopo il mio gol ho pensato alla mia famiglia, e tutti quelli che amo. E' stata una partita durissima, ma ce lo siamo meritato. E’ una cosa che ci ricorderemo per sempre, dobbiamo essere orgogliosi di noi stessi. Ma questa vittoria è frutto di un enorme lavoro".


IL TABELLINO

OLANDA-SPAGNA 0-1 (0-0 dopo tempi regolamentari)

MARCATORE: Iniesta all’11’ s.t.s.

OLANDA (4-2-3-1): Stekelenburg; Van der Wiel, Heitinga, Mathijsen, Van Bronckhorst (dal 15’ p.t.s. Braafheid); Van Bommel, De Jong (dal 7’ p.t.s. Van der Vaart); Robben, Sneijder, Kuyt (dal 25’ s.t. Elia); Van Persie. (Vorm, Boschker, Boulahrouz, Ooijer, De Zeeuw, Schaars, Afellay, Babel, Huntelaar). All. Van Marwijk.

SPAGNA (4-2-3-1): Casillas; Sergio Ramos, Piquè, Puyol, Capdevila; Busquets, Xabi Alonso (dal 42’ s.t. Fabregas); Pedro (dal 14’ s.t. Navas), Xavi, Iniesta; Villa (dal 1’ s.t.s. Fernando Torres). (Reina, Valdes, Marchena, Albiol, Arbeloa, Martinez, Silva, Llorente, Mata). All. Del Bosque.

ARBITRO: Webb (Ing).

NOTE: spettatori 84.490. Espulso Heitinga per doppia ammonizione al 4’ s.t.s.. Ammoniti Van Persie, Puyol, Van Bommel, Sergio Ramos, De Jong, Van Bronckhorst, Heitinga, Capdevila, Robben, Van der Wiel, Mathijsen, Iniesta, Xavi. Recupero 2’ p.t. 3’ s.t.; 1’ p.t.s., 2’ s.t.