Sanità: in Puglia 2200 posti-letto in meno nel 2012

Sanità: in Puglia 2200 posti-letto in meno nel 2012

"Non c'é dubbio che il piano di rientro" della sanità "sarà doloroso". Lo ha detto l'assessore regionale alla Sanità, Tommaso Fiore.

Al termine della riunione di maggioranza per discutere dei tagli dei posti negli ospedali pugliesi, l'assessore ha fatto le cifre.

I posti-letto da tagliare saranno circa 2.200 entro il 31 dicembre del 2012. "Noi prevediamo - ha sottolineato - 1.400 posti letto in meno nella prima fase, e una seconda fase con un ulteriore riduzione di 800 posti letto".

L'assessore sta, inoltre, ipotizzando di inserire un ticket di un euro su ogni ricetta per disincentivare il ricorso all'acquisto di farmaci non indispensabili.Viviamo in uno scenario nel quale l'intero welfare è messo in discussione dalle politiche europee e nazionali - ha aggiunto Fiore - noi siamo un pezzo di questo sistema e anche noi abbiamo i nostri dolori. Quello di cui abbiamo discusso a lungo oggi è stato il fatto che noi dobbiamo comunque avere la capacità e il coraggio di trasformare questa situazione in una modernizzazione del sistema".

"Il piano - ha sottolineato - si basa su una drastica riduzione dei posti letto all'interno della Regione che riguarda sia i piccoli ospedali che vanno o chiusi o riconvertiti, sia i grandi ospedali in cui prevediamo l'eliminazione dei raddoppi di divisione di unità operative".