Giornalisti in piazza contro la "Legge Bavaglio"

Giornalisti in piazza contro la "Legge Bavaglio"

"Oggi si inaugura la giornata della resistenza civile del 21 secolo che mai avremmo pensato di inaugurare. Non la faremo clandestinamente ma alla luce del sole ripeteremo che la libertà è un bene fondamentale, che è conoscenza, chi considera l'informazione un pericolo sarà sconfitto".

Lo ha dichiarato Franco Siddi, segretario Fnsi, durante il discorso che ha aperto la manifestazione di Piazza Navona contro la cosiddetta ''legge bavaglio''.

"Il ddl intercettazione è squilibrato e ingiusto - ha aggiunto Siddi - e la battaglia andrà avanti, anche usando armi di disobbedienza civile perché le leggi sbagliate non si rispettano, rispettarle significherebbe portarci nell'illegalità".

Sono tante le realtà scese in Piazza Navona per protestare contro il ddl intercettazioni insieme alla Federazione nazionale della stampa e ai giornalisti di diverse testate.

"Questa legge ha l'unico scopo di impedire di conoscere quello che sta accadendo. Di difendere la privacy degli affari. Anzi, dei malaffari": lo ha detto Roberto Saviano dal palco della manifestazione a piazza Navona.