Intercettazioni: manifestazioni in tutta Italia per libertà informazione

Intercettazioni: manifestazioni in tutta Italia per libertà informazione

Contro la legge sulle intercettazioni, oggi, scende in piazza la protesta della Federazione nazionale della stampa italiana.

A Roma è prevista una manifestazione, a Piazza Navona, a partire dalle ore 17 e sarà in collegamento con altre piazze italiane.

Per il 9 luglio, invece, è in programma uno sciopero dell'informazione.

L'obiettivo è quello esprimere il dissenso contro la cosiddetta "legge bavaglio" che il Pdl intende portare alla discussione dell'Aula il 29 luglio, sfidando la calura estiva, nonostante le proteste di giornalisti, magistrati e il dissenso interno del presidente della Camera Fini.

Le dichiarazioni del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi dal Brasile, riguardo alla disinformazione in Italia riecheggiano ancora forti come un duro attacco.

Roberto Natale e Franco Siddi, rispettivamente presidente e segretario della Federazione nazionale della Stampa, giudicano “un’aggressione inaccettabile” quella del premier, mobilitando in Italia e all’estero, giornalisti assieme ad associazioni, movimenti e sindacati che “faranno sentire la voce di chi non accetta di essere considerato un nemico da abbattere e da irregimentare” e promette “una resistenza civile” a oltranza contro “una legge liberticida”.