Bari, arrestato funzionario della Regione Puglia

Bari- Un funzionario dell'assessorato industria e innovazione tecnologica della Regione Puglia è stato arrestato per diversi episodi di concussione.

Francesco De Grandi è accusato di aver imposto una tangente di 25.000-30.000 euro per ogni pratica di finanziamento presentata dai responsabili dei consorzi che chiedevano di essere ammessi ai finanziamenti regionali.

Avrebbe intascato tangenti per circa 770.000 euro. A denunciarlo sono stati due imprenditori che ogni anno, per almeno 4-5 anni, hanno presentato alla Regione Puglia pratiche per ricevere fondi.

La somma non veniva richiesta immediatamente da Grandi, ma solo in un successivo momento quando i richiedenti si accorgevano che il finanziamento era stato decurtato pesantemente del 70/75% rispetto all'importo richiesto.

In questo momento, l'amministratore chiedeva spiegazioni al De Grandi che esplicitamente richiedeva la somma illecita per "completare la pratica".