Un italiano su due andrà in vacanza

Un italiano su due andrà in vacanza

Più del 50% degli italiani si sposterà verso una meta di vacanza tra il mese di giugno e settembre.

I mancati "ponti", nel corso del periodo primaverile, hanno fatto i viaggiatori italiani programmassereo le loro ferie nei periodi estivi.

A darne la notizia è l'Osservatorio integrato dei viaggi di Amadeus e di Google Italy, secondo il quale i tour operator hanno favorito con campagne promozionali l'advance booking con un' ampia offerta di disponibilità e tariffe per tutte le possibilità economiche.

Solo nell'ultimo periodo di rilevazione si è registrato un rallentamento di questo trend che lascia presumere una vendita in modalità "last minute" dei posti ancora disponibili.

Gli italiani continuano a prediligere il mare per le loro vacanze estive in misura del 65-70% dei casi e le spiagge di Sardegna, Sicilia ed Emilia Romagna saranno le più gettonate.

Circa il 64% dei viaggiatori trascorrerà le vacanze estive in Italia, il 24,5% in Europa, il 6% nelle Americhe, il 4% in Asia e Pacifico e circa l'1,5% in Africa (dato che include le partenze per il Sudafrica in occasione dei mondiali di calcio).

Destinazioni particolarmente popolari in estate quali Grecia e Thailandia hanno subito un significativo calo di interesse da parte dei viaggiatori italiani a causa dei recenti problemi di ordine pubblico, sebbene i tour operator siano ottimisti circa un possibile recupero di traffico, magari con formule last minute o offerte di "solo volo".

Per quanto riguarda la durata della vacanza si prevede, anche per l'estate 2010, che il numero medio dei pernottamenti non supererà le 8 notti.

Continua il trend iniziato già lo scorso anno che vede una maggiore propensione dei turisti italiani per strutture a 3 stelle o in alternativa appartamenti privati, residence o agriturismo.