Lecce: triennale per Olivera, De Canio sogna Sgrigna

Lecce:  triennale per Olivera, De Canio sogna Sgrigna

Parla uruguaiano il primo colpo di mercato del Lecce. I vertici di Via Templari hanno trovato ieri a Milano l’accordo che porterà in giallorosso l'attaccante 27enne Rubén Olivera.

Per l’uruguaiano, attaccante che può fare anche il centrocampista offensivo, proveniente dal Peñarol, si tratta di un ritorno in Italia dopo due anni .

Il connazionale di capitan Giacomazzi ha, infatti, indossato per quattro stagioni la maglia della Juventus (22 presenze e quattro reti) e per una stagione quella del Genoa (20 presenze e quattro reti).

Svincolato, approda in giallorosso con un contratto triennale e il suo ingaggio sarà ufficializzato nelle prossime ore.

ll “Pollo” -così lo chiamano in Uruguay- vista la sua duttilità potrà agire da seconda punta, esterno offensivo in un centrocampo a quattro, trequartista alle spalle delle punte o anche prima punta.

Nelle due giornate milanesi dell’A.D. Fenucci e del tecnico De Canio si è, inoltre, parlato delle trattative per fare arrivare nel Salento in prestito i due baby interisti Mattia Destro e Giulio Donati , ma non ci dovrebbero essere grossi problemi per concludere entrambe le operazioni.

Si fa dura per Renè Krhin, corteggiato dal Palermo e valutato dall’Inter 5 miloini di euro, ma il Lecce potrebbe puntare alla comproprietà.

Il difensore Claudio Terzi del Siena, classe 84’, sembra essere entrato negli obiettivi di De Canio, così come continua il forte interesse per l’attaccante del Vicenza Alessandro Sgrigna, nella lista dei desideri del tecnico lucano sin dal mercato di gennaio.