Lecce, in arrivo Destro e Donati, si fa dura per Munari

Lecce, in arrivo Destro e Donati, si fa dura per Munari

E’ un mercato movimentato in casa Lecce con tante questioni spinose da risolvere. In primis la comproprietà di Gianni Munari a metà con il Palermo e quella di Daniele Cacia con il Piacenza.

Per trattenere nel Salento il centrocampista di Sassuolo si prospetta un vero e proprio braccio di ferro con la società del patron Zamparini. Sia Lecce che Palermo sono interessate al giocatore e quindi nessuno dei due club mollerà tanto facilmente la presa.

Resta complicata anche la situazione dell’attaccante di Catanzaro che ritorna nel Lecce dopo una stagione non felice nella Reggina, ma che a causa dell’ingaggio troppo oneroso sarà difficile piazzare in un altro club. Non è nemmeno da esclude, quindi, l’ipotesi di un possibile inserimento di Cacia nella rosa giallorossa.

Capitolo nuovi arrivi:
Sembra quasi certo l'arrivo in giallorosso dell’attaccante ascolano Mattia Destro e quello dell’esterno difensivo Giulio Donati classe 1990, due baby prodigio di casa Inter, corteggiati dal Lecce già nel calciomercato di gennaio.

A Gigi De Canio piace anche un altro nerazzurro, il centrocampista sloveno Renè Khrin, ma il giocatore è oggetto del desiderio di altri club di serie A.

Un altro elemento corteggiato del tecnico di Matera è il capitano del Vicenza Mattia Sgrigna. Piace anche un altro giocatore del Vicenza il difensore Davide Brivio, classe '88.

Capitolo comproprietà:

Sono ben sette le comproprietà che il Lecce dovrà risolvere. Oltre a quelle già citate di Munari e Cacia, resta da definire la situazione del salentino doc Andrea Esposito (Genoa), di Tulli (Piacenza), di Di Silvestro (Siracusa), di Benvenga (Varese) e di Cozzolino (Como).

Capitolo prestiti con diritto di riscatto:

Fino al 23 giugno i vertici di Via Templari avranno tempo per esercitare il diritto di riscatto della metà del cartellino di Antonio Mazzotta (Palermo), Marino Defendi (Atalanta), Checco Lepore (Varese) e Emanuele Terranova (Palermo). L’unico che probabilmente verrà riscattato sarà il terzino sinistro siciliano Antonio Mazzotta, mentre si prospetta un ritorno alla base per Terranova e compagni.

Capitolo fine prestiti:

Ritorneranno nel Salento per fine prestito Benussi (Palermo), Diamoutene (Bari), Conte (Sacilese), Gabrieli (Cosenza), Cavacallo (Piscina), Triarico (Taranto), Ingrosso (Paganese), Romeo (Barletta) e Vicedomini (Paganese).

Quasi tutti verranno girati in prestito a qualche altro club, discorso a parte va fatto per l’estremo difensore di Mestre che potrebbe anche rimanere nella rosa giallorossa, anche se non è da escludere l’ipotesi di un ritorno nel Palermo a fare da secondo a Sirigu.