Test Medicina: a Bari 127 rinvii a giudizio

Rassegna stampa del 25 maggio

Politica. E'arrivato in piena notte il voto favorevole della Commissione Giustizia del Senato sul disegno di legge sulle intercettazioni.

Il ministro Alfano lascia però intendere che il governo fa affidamento sul testo già approvato alla Camera, che contiene norme più restrittive. Ieri la mobilitazione a Roma e Milano organizzata dalla Federazione Nazionale della Stampa Italiana con in direttori di tutte le principali testate, grandi e piccole contro la cosiddetta legge-bavaglio.

Bari. Rinvio a giudizio per 127 indagati nell'inchiesta sui test truccati per accedere al corso di laurea in Medicina e Odontoiatria negli atenei di Bari, Ancona, Foggia e Chieti. Si tratta di studenti, genitori e docenti. A capo dell'organizzazione un ex professore di liceo attualmente in pensione, Marcantonio Pollice che, con l'aiuto di alcune persone, tra cui la moglie e il figlio, avrebbe messo in piedi delle vere e proprie centrali operative dove venivano eleborate le soluzioni ai quesiti ministeriali, immediatamente inviate via sms.

Il quotidiano on line Lecceprima.it dedica l'apertura al caso Fasano, facendo riferimento al fascicolo delle indagini condotte dai ROS con la regia del Pubblico ministero della Dia Elsa Valeria Mignone. Sotto la lente di ingrandimento non solo le vicende già di dominio pubblico, la gara d'appalto per la cartellonistica stradale e quella per l'Istituto Nautico di Gallipoli, ma anche la realizzazione di un Campus universitario, alcune assunzioni al Comune di Gallipoli, la nomina del comandante della Polizia Provinciale, una gara per l'installazione di autovelox