Nobel della Pace 2010 ad Internet, SWTV appoggia l'iniziativa

Internet for peace

Qualche mese fa Wired ha candidato Internet al Nobel per la Pace 2010.

Ecco quanto sostenuto dai promotori: "Con l'aumento della sua diffusione e della sua accessibilità, Internet ha ampiamente dimostrato di non essere solo una rete di computer collegati fra loro o un contenitore di pagine web navigabili dagli utenti, ma si offre come prezioso e potente strumento di comunicazione globale in grado di oltrepassare anche quelle distanze dettate da restrizioni di tipo politico e militare. Partendo dall'idea che Internet si costituisca soprattutto come strumento di democrazia fruibile da tutti, in grado di veicolare messaggi di solidarietà e civiltà, è nato il progetto di Wired Italia, Internet for Peace, con l'obiettivo di candidare la Rete al prossimo Premio Nobel per la Pace".

SalentowebTv ha conosciuto il direttore di Wired Italia, Riccardo Luna, proprio a Lecce, e lo cita spesso nei post su facebook per le illuminanti frasi sulla rete e su quel futuro che ancora in tanti vedono lontano. Vi riporto quello che scrive proprio sulla rivista in rete: "Dobbiamo guardare ad Internet come ad una grande community in cui uomini e donne di tutte le nazionalità e di qualsiasi religione riescono a comunicare, a solidarizzare e a diffondere, contro ogni barriera, una nuova cultura di collaborazione e condivisione della conoscenza. Internet può essere considerato per questo la prima arma di costruzione di massa, in grado di abbattere l'odio e il conflitto per propagare la democrazia e la pace. Quanto accaduto in Iran dopo le ultime elezioni e il ruolo giocato dalla Rete nella diffusione delle informazioni altrimenti prigioniere della censura sono solo l'ultimo esempio di come Internet possa divenire un'arma di speranza globale"

Di internet noi di SalentowebTv ne abbiamo fatto una professione, uno stile di vita, e una filosofia. E mi sembrava "cosa giusta" inaugurare questa nuova webtv con un omaggio alla rete. Un nobel è più che un Omaggio!
Invitiamo pertanto tutti ad aderire al manifesto ufficiale di Internet for Peace.

Più numerosi siamo, più la rete sarà dalla nostra parte.